Fucino: massoni e preti

Guido Jetti

Fucino: massoni e preti

Collana “I mazzamurelli”, 64 pp., bross. edit., ill. n.t. – Euro 10

 

L’opuscolo Una Madonna Carbonara di Eliseo Grossi, pubblicato all’Aquila nel 1906 e riportato ampiamente in appendice, fornisce lo stimolo alle argomentazioni dell’Autore, che tende a illuminare le fasi cruciali dei rivolgimenti ottocenteschi nell’ambito di un territorio periferico del regno napoletano – quello marsicano-abruzzese –, mettendo in risalto le divergenze tra le aspirazioni liberali di un “mondo nuovo” di unità nazionale, e la continuità nella tradizione della dinastia borbonica, incarnata soprattutto nell’azione ecclesiastica – pur con le dovute eccezioni dei non pochi preti liberali e carbonari – osteggiata dall’anticlericalismo borghese, senza soluzione di continuità, a partire dal 1799 fino al suo tramonto definitivo con l’eversione del 1866.


Opzioni di spedizione