Istvan Turr, il soldato ungherese d’Italia

Laszlo Pete

Istvan Turr, il soldato ungherese d’Italia.

Dalle battaglie del Risorgimento al sogno dell’Europa unita

con il patrocinio culturale dell’Ambasciata di Ungheria e dell’Accademia Ungherese di Roma

368 pp., bross. edit., ill. n.t. – Euro 20

copertina-laszlo-pete-istvan-turr_isbn

István Türr, meglio noto in Italia come Stefano Turr, occupò un ruolo centrale nelle vicende del Risorgimento italiano. Aiutante di campo di Giuseppe Garibaldi e comandante di divisione dell’Esercito meridionale nella spedizione siciliana del 1860, fu anche governatore militare di Napoli nonché generale e aiutante di campo onorario di Vittorio Emanuele II, sovrano per il quale – “con l’eloquenza di Cicerone e la forza persuasiva di Talleyrand” – svolse delicati incarichi diplomatici. Un personaggio dalle molteplici sfaccettature, che ha contribuito a rafforzare il legame secolare tra Italia e Ungheria attraverso la lotta per il raggiungimento dell’indipendenza e unità nazionale.

Opzioni di spedizione